Le formiche

Le formiche si adattano a tutti gli ambienti, sia interni che esterni, invadendoli in cerca di cibo, e questo può portarle fino a 200 metri di distanza dalla loro colonia. La specie più diffusa in Italia è la formica nera (Lasius niger), poi possiamo anche trovare la formica argentina (Linepithema humile) e la formica faraone (Monomorium pharaonis). La formica argentina è color castano chiaro ed è lunga circa 2,5 mm, è fra le più dannose è onnivora ed è portatrice di germi patogeni, infatti per questa specie ne è prevista la lotta obbligatoria. La formica faraone è lunga circa 2 mm di colore ocra-marrone; non ama la luce, è onnivora ma predilige la carne. Come la formica argentina, anche la formica faraone è portatrice di germi patogeni, e ne è prevista la lotta obbligatoria.

In giardino le formiche possono essere utili nel prato, in quanto sono delle vere e proprie operatrici ecologiche, ripulendolo dalle piccole carcasse di altri insetti.

Se invece notate la presenza di molte formiche nell’orto, nel frutteto, sulle piante del giardino o nei vasi, è sintomo di infestazione di parassiti.
Le formiche sono particolarmente ghiotte della melata prodotta da diversi parassiti, come afidi e cocciniglie, le quali si nutrono dei germogli delle nostre piante.
Con questa sostanza zuccherina si nutrono con estrema comodità, difendendo, pulendo e “allevando” gli afidi, in cambio di qualche goccia di melata.

In caso di un’infestazione nel frutteto, le formiche possono rivelarsi pericolose se raggiungono i frutti, (per esempio susine, albicocche, frutti di bosco) sono in grado di svuotarli dalla polpa in poche ore, lasciando solo la buccia.

Prevenzione

Oltre a mantenere un’accurata igiene avendo cura di rimuovere sempre ogni residuo di briciole o cibo, si può sfruttare la sensibilità delle formiche agli odori a nostro vantaggio.
Le sostanze con odori forti riescono a scacciare efficacemente le formiche si possono ad esempio porre piante come menta, canfora, chiodi di garofano, cannella, aglio, timo, peperoncino, lavanda, tagete, nasturzio e tutte le erbe aromatiche in generale…

Il segreto è disturbare i loro percorsi in modo da allontanarli il più possibile.
Per quanto riguarda la protezione della dispensa, può essere utile riporre sui ripiani delle foglie di alloro o origano essiccato.
Come combatterle

Ecco i prodotti che ti consigliamo per risolvere il problema delle formiche:

Compo neo carbosan -P € 12.80
Compo neo carbosan -P € 12.80
Compo Formych € 8.10
Compo Formych € 8.10
Solfac gel € 7.35
Solfac gel € 7.35

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...